martedì 14 agosto 2007

Le cose che contano


Le cose che contano per un italiano si trovano sulla
punta della mano:grigliate con gli amici,zero bici perchè
è fatica e il calcio.Di vitale importanza sapere con costanza
cos'ha fatto la juve,con chi sta Buffon,il matrimonio di Totti,
la morte di Sandro Ciotti.Evviva!Abbiamo
vinto i mondiali lo scorso anno!!Siiii
campioni del mondo!!!Evvvvai!Popoppopoppo
ppooo;vittoria!Siamo i più grandi;i migliori,scemo
chi non ci credeva;La verità è che SOLO nel
calcio siamo i "migliori":quanto a
informazione,energia,ambiente...Lo vogliamo
stendere un velo pietoso??Chi se ne frega se la Nestlè,ogni
anno,in Africa fa morire un milione e mezzo di bambini perchè
dà il suo latte chimico,chissenefrega se è morto Dalla Chiesa,
vero?Aveva solo da farsi i fatti suoi e agevolare la mafia...Meglio
sapere che Pamela Anderson si è rimessa col suo ex,vero?!
Chissenefrega di Manuel Patarroyo,un medico colombiano
che ha inventato un vaccino contro la malaria,più importante
sapere che Albano deve pagare le figlie,nonostante siano
maggiorenni,vero?!Chissenefrega di Pasquale Almerico,sindaco
democristiano di Camporeale,ucciso nel novembre 1957 perchè,
a differenza dei suoi pendagli da forca,si era rifiutato di
accettare la mafia nel suo partito,vero?!Ma ora basta,con
queste cose noiose e passate,perchè sta per iniziare qualcosa
di veramente interessante e importante;il processo di
Biscardi,e questo proprio non voglio perdermelo per
nessuna ragione al mondo!!!!

Nota dell'autore:nata
da un momento d'incazzatura,al lavoro
quando ho sentito,per l'ennesima volta,i miei colleghi parlare
di calcio,wrestling,e macchine:insomma le cose che contano!!!!

1 commento:

Lorenzo ha detto...

Condivido il nervoso che provi, ma non sono d' accordo su tutta la questione, ad esempio sbagli quando scrivi che siamo i migliori solo nel calcio che tra l'altro abbiamo vinto diverse partite sul filo del rasoio.
Ce la caviamo bene nel campo artistico: vedi il RINASCIMENTO, nelle tecnologie aerospaziali, dalle nostre università escono a pieni voti molti giovani talenti con molte idee nuove, solo che purtroppo qua in Italia non li vengono date le disponibilità per poter esprimersi e operare, di conseguenza sono costretti a emigrare.