martedì 28 agosto 2007

Dio e l'uomo:padre misericordioso l'uno,e figlio capriccioso l'altro


Magari può sembrarvi strano ma,secondo me è così:dal momento in cui è
stato creato l'uomo,non ha fatto altro che piagnucolare continuamente:e il buon
Dio in tutti i modi lo accontentò;creò l'uomo a sua immagine e somiglianza e dopo
disse loro:-Andate,siate fecondi e popolate la terra.E fin qui Dio potè tirare un sospiro
di sollievo perchè suo figlio capriccioso era "soddisfatto".Ma il serpente era in
agguato e mandò tutto all'aria:così per colpa di quel balengo di Adamo e quella credulona
di Eva l'uomo da essere perfetto che era diventò imperfetto.La morte è semplicemente
uno di questi prezzi che,prima o poi,dovremo pagare.Ma,come ho letto da qualche parte:
non bere troppo,non fumare troppo e non mangiare troppo.Siamo tutti in viaggio verso la
morte,ma non vedo perchè dovremo viaggiare sulla corsia di sorpasso!Non vi pare??So
bene,perchè l'ho provato di persona,quanto può essere doloroso il distacco per l'improvvisa
partenza di qualcuno a noi caro:un nonno,un amico,o peggio un genitore.E quando ci succede
non sappiamo,abbiamo una rabbia,una disperazione,
una tristezza addosso che sembra quasi vogliamo spaccare,urlare:ma la
voce non riesce a uscire perchè è coperta da una fitta e intricata giungla
di incredulità e rabbia;a questo punto sorge spontanea la fatidica domanda:Perchè?
Perchè proprio a me,cosa ho fatto di male per meritarmi questo?Perchè lui?-Esattamente
così,mi sentivo la sera di lunedì 19 maggio 2003:la sua
perdita mi aveva buttato così giù
che decisi di voler lasciare la scuola e andare direttamente a lavorare.
Non volevo più vedere i miei amici,volevo
starmene per i fatti miei,non parlare con nessuno,e vivere dei suoi ricordi.
Ma poco alla volta,come capii(o forse è più appropriato dire mi fecero)
la vita doveva continuare poichè lui non avrebbe voluto vedermi
in quello stato.E poco alla volta mi si fece spazio
dentro di me l'idea che,forse,lui stava bene e che il balengo
ero io,che piangevo perchè era morto.Perchè voi volete saperlo
chi era il vero morto in quel momento,giusto?Io,con la mente limitata
dall'egoismo e dal materialismo:mi sembra già di vedere le vostre facce incredule,
o forse consapevoli:chissà!Semplicemente l'uomo,oggi,ha dimenticato Dio
e si sta allontanando sempre più da lui.Ma se sapeste quanto ancora i nostri cari
continuano ad amarci,anche dopo,allora tutto risulterebbe più cristallino.Ma il nostro
pensiero è fermo lì,sotto la nuda terra e dentro quel rettangolo di mogano.Pensate
davvero che la bellezza,tutto ciò che c'è e avete avuto di più caro,
i nostri ricordi di chi ci ha voluto bene,tutto il bene dei vostri cari...SIA DESTINATO
A SBRINDELLARSI INESORABILMENTE LA' SOTTO??????????Permettetemi
di dubitare e per usare un'espressione di Maria,la mamma di Gesù:é nato in cielo...Così
come sono sicuro che,ora,lui sta bene,è felice,e continua ad amarmi;proprio come fa il tuo
caro papà,Michela;come fa il mio amico Roberto e come fanno tutti i vostri cari:l'uomo
dovrebbe solo imparare a ragionare con lo spirito;allora tante vie gli si aprirebbero e
avrebbe le idee più chiare:dovrebbe solo entrare nell'ottica d'idee;non è semplice,ma con
un'po di sforzi,dovrebbe farcela 'sto balengo!!


1 commento:

Kevin Pirola ha detto...

certo che riesci a sorprendere. Io spero che tutta qusta tua sensibilità, tu riesca, coraggiosamente, ad esprimerla con il tuo comportamento nella vita di tutti i giorni, magari con persone che non hanno nulla di speciale...